Home Page Ristorante Galleria Fotografica Link e Contatti Rassegna Stampa

Mi feci tante domande che andai a vivere sulla riva
del mare e gettai in acqua le risposte
per non litigare con nessuno. 
(PABLO NERUDA)



 
 
CONSIGLIO DIRETTIVO 2015 - 2018
 
Presidente : Silvano Rovida
Vice presidente: Alberto Pilandri (controllo di gestione)
Segretario : Gastone Guerrini
Cultura e comunicazione : Renato Lombardi
Coordinamento volontari e eventi : Carlo Bonaldo
Gestione acquisti e magazzino : Arnaldo Baldisserri
                                               Mauro Lugaresi
Relazioni istituzionali :  Roberto Zoffoli
Gestione sito internet : Ravaglia Sanzio

Collegio sindaci revisori : Renato Ferroni
                               Luigi Padoan
                                             Franco Tassinari

 
 
La Partecipazione dei Consiglieri all'attività del Circolo è
volontaria e a titolo gratuito.

 
--------------------------------------------




-----------------------------------------------------


Il Circolo Pescatori Cervia “ La pantofla” è un’associazione, che è stata costituita per fornire momenti di aggregazione e di ritrovo per le famiglie dei pescatori e per quanti hanno a cuore il recupero e la valorizzazione delle tradizioni marinare.Come realtà associativa il circolo è nato nella seconda metà del 1975. In quell’anno il Comune di Cervia concesse in comodato gratuito i locali dell’ex mercato del pesce all’ingrosso, ubicati nell’antico Borgo dei Pescatori, a ridosso della banchina del porto canale. L’atto deliberativo di concessione è del 2/09/1975.
 
Il rapporto tra l’ente locale e la nuova associazione aveva in origine uno stretto legame con la Cooperativa Pescatori di Cervia. Il primo presidente è stato Enzo Bonaldo, che è rimasto in carica fino al 1978. Da allora si sono succeduti alla presidenza del circolo Orlando Pirini, Stefano Conventi, dal 1999 Lorenzo Casanova e dal febbraio 2007 Giovanni Lontani..La denominazione “La pantofola” deriva dalla calzatura, dai tradizionali zoccoli che i pescatori usavano a bordo delle loro imbarcazioni.
Al momento della costituzione del Circolo erano oltre cento i soci che aderirono a questa nuova esperienza: i pescatori e loro familiari, operatori turistici, appassionati del mare.Fin dalla sua nascita l’attività del Circolo è stata caratterizzata da una ricerca di rapporti e collaborazioni con la realtà istituzionale locale, con il Quartiere di Cervia Centro e con l’associazionismo culturale e del tempo libero.
 
Nello Statuto del Circolo, all’art.2 vengono definiti i principi e gli scopi, che sono alla base della vita associativa, che meritano di essere riportati in modo integrale nella seguente articolazione: “Il Circolo Ricreativo Pescatori:1) intende rappresentare e tenere alta la tradizione marinara della comunità cervese; 2) vuole raccogliere attorno a sé tutti coloro che amano il mare e le arti marinare; 3) ispira la propria azione al principio di solidarietà fra tutte le Associazioni del tempo libero, siano esse sportive che culturali, al rispetto delle norme e delle leggi che regolamentano la vita del Paese, per la parità dei diritti dei cittadini, per la pace, l’ecologia; 4) garantisce ai soci la più ampia partecipazione alle scelte e alle attività del Circolo; 5) si impegna ad aderire e promuovere iniziative per ricerche e studi sulla marineria ed azioni di difesa del mare e del paesaggio; 6) si impegna per la ricerca di momenti di ricreazione ed assistenza verso i soci pescatori pensionati.
L’attività del Circolo, nell’arco di un trentennio, si è ispirata a tali principi.
In questo quadro va inserita la collaborazione all’organizzazione di grandi eventi, a cominciare dallo Sposalizio del Mare. A cura del Circolo Pescatori di Cervia viene realizzata ogni anno la tradizionale festa marinara in occasione di questo antico rito, che la tradizione fa risalire al 1445, quando era Vescovo di Cervia il veneziano Pietro Barbo, divenuto successivamente Papa con il nome di Paolo II. Durante la festa, che si svolge nel giorno dell’Ascensione, viene allestito un grande stand gastronomico, per gustare piatti marinari e vengono promossi momenti di animazione musicale e spettacolare. Alla sera la “cuccagna sull’acqua”, realizzata sul porto canale, conclude l’iniziativa di fronte alla consueta cornice di folla, che assiste partecipe all’evento.
Il rapporto con l’Amministrazione Comunale si è evoluto, man mano che cresceva la realtà associativa ed anche economica del Circolo Pescatori, dal rapporto di comodato ad un rapporto di locazione.
Uno degli elementi caratterizzanti della vita associativa del Circolo è stato, a partire dagli anni Ottanta la gestione di un ristorante tipico, dove si possono gustare specialità marinare. E’ questo un aspetto particolarmente apprezzato dai cervesi e dai turisti. La valorizzazione delle tradizioni gastronomiche marinare è stata una scelta qualificante per dare rilievo ad un aspetto importante di cultura materiale della vita delle famiglie dei pescatori. Tra le iniziative realizzate assumono rilievo le “serate gastronomiche a tema”, che negli ultimi anni hanno costituito un appuntamento fisso nelle serate del mercoledì, nel periodo dall’autunno alla primavera. Il recupero di piatti e ricette tradizionali, le “rustide” di pesce azzurro, arricchiscono questo ampio programma di iniziative.
Oltre allo Sposalizio del Mare vi sono altri eventi, realizzati nel corso degli ultimi anni ai quali il Circolo Pescatori ha collaborato attivamente. Tra questi le iniziative: Sapori di Mare del Borgo Marina, Feste marinare a scopo benefico, Incontri “Mare Collina”, Borgo Marina vetrina di Romagna, Sapore di sale (Sagra del sale).
L’attività del Circolo pescatori si è fortemente caratterizzata sul versante del recupero e valorizzazione di documenti, immagini e testimonianze di cultura materiale della vita dell’antico borgo dei pescatori.
Fin dai primi anni di vita della nuova realtà associativa è stata avviata un’attività di recupero e di riproduzione di immagini fotografiche, cartoline e documenti storici, presso le famiglie dei pescatori o in collaborazione con altri Circoli culturali ed appassionati locali.
Sono state realizzate mostre dedicate all’antico borgo dei Pescatori e alla vita marinara. L’obiettivo è stato quello di recuperare il ruolo della pesca e delle attività collaterali, per dare identità ad una componente importante della storia locale. Sono stati realizzati due calendari con la raccolta di una selezione di immagini fotografiche dell’antico Borgo dei pescatori. Sono stati stampati due poster a colori, del formato di cm.50x70, che riproducono le tradizionali barche del porto di Cervia e le multicolori vele al terzo con l’araldica delle famiglie dei pescatori. Rivivono attraverso le immagini ambienti ed atmosfere, che hanno caratterizzato l’epoca delle imbarcazioni a vela. Bragozzi, trabaccoli, lance, battane e paranze con le “vele al terzo” erano le imbarcazioni utilizzate dalla marineria cervese fino agli anni Sessanta del Novecento. Attraverso le ricerche, rivive la realtà di un lavoro duro, faticoso, irto di pericoli, in cui protagonisti erano uomini abituati ad affrontare in modo solidale le avversità della vita. Una comunità nella quale anche le donne avevano un ruolo importante di supporto all’attività dei pescatori e quasi esclusivo nella vendita del pescato. Lo scenario che ha fatto e fa da sfondo a queste ricerche è quello del “Borgo Marina” cresciuto al di fuori del quadrilatero di “Cervia Nuova”, dell’antica “città del sale”. Un borgo che si è consolidato con le caratteristiche case a schiera, costruite in modo particolare nell’Ottocento e nei primi decenni del Novecento. Un borgo inizialmente con una sua autonomia dal centro della città; vi abitano famiglie che affondano le loro radici in flussi migratori provenienti dal Veneto ( da Chioggia in particolare), dall’area del Delta del Po (Goro, Comacchio) e in parte dalla costa più meridionale. Di questa provenienza esterna sono testimonianza i cognomi delle famiglie dei pescatori e dei loro discendenti. Le ricerche avviate hanno anche messo a fuoco i legami e le integrazioni tra il mondo della pesca e quella del nascente turismo e della balneazione e con altre attività economiche di tipo artigianale, commerciale e di servizio.
Il Circolo pescatori ha collaborato negli ultimi anni alla realizzazione di due pubblicazioni dedicate allo Sposalizio del Mare, edite a cura della CAPIT.
Nel solco di una tradizione che vede Cervia particolarmente legata al mondo letterario e poetico (sono stati cittadini onorari Grazia Deledda, Giuseppe Ungaretti e Mario Luzi!), il Circolo Pescatori ha avviato nel corso degli ultimi anni un Concorso letterario dedicato a racconti inediti incentrati sulla tematica del mare, con apprezzabili risultati di partecipazione.
Una particolare attenzione viene dedicata dal Circolo Pescatori alla tematica della salvaguardia e salvezza del Mare Adriatico. Non si tratta solo di un’adesione formale a questi obiettivi, ma anche di portare un contributo concreto. Tra le iniziative promosse dal Circolo Pescatori vi è quella di avere attrezzato un gommone, che viene utilizzato da personale volontario, per la pulizia del tratto di porto canale, che va dal nuovo ponte mobile alla zona antistante i Magazzini del sale fino al Borgo Cavour. Il gommone è denominato Zarlen, un termine dialettale che significa retino per la pesca e, in questo caso per la pulizia del Porto Canale.
Va infine sottolineato come i locali del Circolo Pescatori siano oggi ampiamente utilizzati dal Comune di Cervia ed enti turistici per ospitare giornalisti italiani e stranieri, che hanno in tal modo un contatto diretto con i sapori e le atmosfere di una città fortemente legata al mare.
Nei locali del Circolo e nell’area antistante del Mercatino dei pescatori, sono state più volte realizzati servizi e riprese televisive di trasmissioni importanti di reti nazionali e locali. Valga per tutti l’esempio di “Linea blu”.
Il Circolo Pescatori svolge quindi pienamente un suo ruolo di soggetto attivo della vita culturale e associativa locale, dando un contributo per valorizzare una componente importante dell’offerta turistica locale basata sulla valorizzazione del binomio turismo-tradizioni marinare.
 
Renato Lombardi




Statuto del Circolo Pescatori Cervia



Visitatori di questa pagina dal 26 Agosto 2015

Home Page
Ristorante
Galleria Fotografica
Link e Contatti
Rassegna Stampa
Il Circolo Pescatori
Appuntamenti Futuri
Collaborazioni
 Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi. 
Site Map